Bortolotti Italo
Nato a Fanano nel ’33, ha compiuto irregolari studi, preferendo dedicarsi più tardi alla propria vocazione artistica. Inquieto apprendista, auto-didatta per natura, ha viaggiato molto, sempre verso nuove mete per maturare e accumulare nuove esperienze. Mai appagato, sempre in cerca del meglio, da se stesso e dalle persone che hanno gravitato attorno a lui. Insofferente ai legami. Spirito anarchico, si, anarchico con la croce al collo, una croce portata con convinzione. Temperamento irrequieto, a volte ribelle, ma sempre rispettoso verso l’autorità intelligente. Anche lui, come noi pionieri del nuovo secolo, con tanta voglia di cambiare... anche se il mondo è sempre rimasto lo stesso, testardamente ha combattuto in prima persona le contraddizioni che la società continuamente propone.

Non solo pittore e scultore ma anche grande animatore ed organizzatore. Ha scolpito (e fatto scolpire) i sogni dei partigiani, è stato l’ideatore del complesso monumentale “Memorial Santa Giulia”, quattordici monoliti scolpiti da altrettanti artisti provenienti da culture diverse ma uniti dagli stessi ideali di libertà e fratellanza.

Nel 1983, dal suo entusiasmo e dalla sua fantasia ebbe vita il "Simposio di scultura su pietra". Idea non casuale ma nata e vissuta nel solco di una consolidata tradizione popolare; basta addentrarsi nelle vie lastricate del centro di Fanano per leggere sulle pietre scolpite da anonimi scalpellini il permanere di una memoria antica, memoria celebrata da quell’infernale polverone sollevato da ospiti che vengono dal Giappone, dall'Argentina, dalla Corea, dalla Francia, dall’Australia, dalla Polonia, dall’Ecuador, dall’Inghilterra dalla Bulgaria... ognuno dei quali si è messo in gioco senza possibilità di ripensamenti o correzioni.
A tutti un identico premio: privarsi della propria opera destinata ai muri delle case del paese affinché divenga patrimonio di tutti.

Le opere di pittura e scultura di Italo Bortolotti, affermato artista fananese, recentemente scomparso, saranno esposte presso il Municipio - Sale degli Scolopi dal prossimo 5 dicembre fino al 10 gennaio 2010.