L'ARTE.
Forme essenziali, cromatismi studiati per dare risalto a figure che emergono con la precisione e l\'armonia di uno spartito musicale. La pittura di Daniele Bordone si distingue per la ricerca di uno stile personale, poetico, che sa suggerire atmosfere rarefatte eppure riconoscibili, frammenti onirici che si fanno corpo. “Mentre la società diventa sempre più opulenta, vuota e frenetica io sento di andare contro corrente - spiega l\'artista - Spesso mi sono trovato a litigare, deluso, con chi mi diceva di seguire le leggi del “mercato”, sperimentando in direzioni apparentemente sconosciute a discapito di contenuto e qualità, ma ho sempre preferito seguire la mia passione e il mio istinto”. Seguendo il cuore dell’arte - fatto di qualità e passione - sono in particolare le figure femminili a essere al centro dell'arte di Bordone, figure che si stagliano su sfondi accennati, capaci di dare la sensazione di un movimento sospeso, quell\'attimo importante, quel secondo necessario a fissarne sulla tela la plasticità, il significato. Un\'arte sospesa fra vibrazioni e immobilità, un\'istantanea che parla al cuore prima ancora che alla mente. E in un panorama artistico sempre più freddo, dove la ricerca talvolta fine a se stessa non lascia traccia nell\'osservatore, resta distante, siderale, la pittura di Bordone ha la forza di coinvolgere e di stupire, con le apparentemente semplici linee di una figura, di uno spazio rimodellato da studiati cromatismi, di un movimento congelato nella sua semplicità. Facendo tesoro di ciò che l\'arte non stanca di offrirci: uno sguardo a volte disincantato, a volte onirico sulla realtà, ricco di suggestioni e suggerimenti.

L'ARTISTA.
Daniele Bordone, 24 anni, originario di Pietrasanta (Lucca), vive e lavora nel Modenese. Di formazione classica, ha seguito gli insegnamenti di professori d’Arte e affermati maestri pittori. È iscritto nel circuito del G.A.I. (Giovani Artisti Italiani) come pittore e scenografo, fa parte del Consiglio Direttivo del Circolo artistico culturale “Il Muraglione” di Modena (Palazzo Solmi) , è scenografo della compagnia teatrale “Thiaso Musical Company”, le sue opere sono state inserite dalla Biken S.P.A. nell’ “Annuario Artisti Italiani in Giappone” e sono presenti nella pinacoteca del Comune di Sassuolo (Mo). È Artista di riferimento dell’antica acetaia Mussini di Modena (http://www.mussini.it) per la quale ha realizzato “Impressioni di aceto balsamico” e le composizioni che identificano la produzione 2003. Inoltre l’acetaia Mussini è proprietaria di “Figura armonica su spiaggia” del 2001 e di una crescente collezione di opere dell’Artista. Attualmente sono in atto collaborazioni con il regista milanese Max Croci, la cantante jazz Lara Luppi, il giovane Maestro d’orchestra Simone Manfredini e il fotoreporter Luigi Ottani.

http://www.danielebordone.it/
bordone@tiscali.it
+39 338/92.285.26 (Cell.)
+39 059/35.27.48 (Fax)
Via Piave, 55 41043 Formigine (Mo)
Bordone Daniele